Percorso Lungo

SALITA

DISCESA

0
chilometri
0
mt di dislivello
0
m.s.l.m. quota max
0
m.s.l.m. quota min
0
ristori sul percorso
0
ore tempo max
Lo start alla gara verrà dato dal Corso Principale di Sambuca di Sicilia. Il percorso attraverserà il paese fino ad uscire dal centro, seguendo la traccia, appena fuori dall'abitato, della vecchia ferrovia a scartamento ridotto. Bivio sulla statale, poche centinaia di metri e ci si lascia alle spalle Sambuca per inoltrarsi sugli ampi sterratoni della Resinata. La salita è impegnativa ma costante. Una serie di curve e bivi vi porteranno, all'interno di una trentennale pineta, fino a 800 metri di altezza, dove troverete il primo ristoro. Il più sembra fatto. La strada si allunga in direzione sud ovest e si apre su alcuni spettacolari panorami della Valle del Belice. Un susseguirsi di veloci sentieri e ampie discese, dove è bene lasciare andare il mezzo, ma sempre con un occhio alla prudenza, e siamo fuori dal demanio.

Abbiamo percorso circa 16 km, e davanti a noi si apre un lungo stagliafuoco, adesso usato come strada d'accesso ai vari ovili della zona. Si ritorna verso Sambuca, costeggiando il demanio e dopo circa due km, ala fine di un impegnativa discesa su terreno smosso, inizia il famigerato l'ottovolante, un single track decisamente atipico, perché si sviluppa in linea pressoché retta. Oltre due km di singlle track e siamo davanti ad una delle salite più ripide dell'intero percorso. E' un muro al 24% a vederla da lontano, ma alla fine è meno ostica di quello che sembra. Si ritorna dentro la forestale e si segue la direzione che ci riporta verso il paese. Una serie di veloci stradoni ed inizia un sentiero sulla destra. Terreno erboso, si pedala sulla traccia appena accennata sul prato.

La sorpresa arriva subito, una bella discesa su terreno gessoso, lungua quanto basta ada affaticare ulteriormente i quadricipiti, sempre in tensione per la guida necessariamente fuori sella. Finisce la discesa e subito a sinistra una bela stradina di campagna ci avvicina ad uno dei pochi tratti di asfalto del percorso. Qui troviamo un altro ristoro, ma non rallegriamoci. Sapete quelle maledette stradine di cemento, che le fanno così...perchè se fossero in terra non riuscirebbe a salire nemmeno un fuoristrada? Ecco! Siamo al km 26.7 e la salita è un km costante al 18-20%!

Siamo di nuovo nel bosco, salite meno stressanti e ampie strade sterrate ci portano fino all'estrema propaggine del demanio. Una bellissima stradella attraverso i vigneti ci accompagna, con una meravigliosa cartolina della serie “Vista sul Lago” ad un altro breve tratto in asfalto. Massima attenzione, curve in ripida discesa e l'ingresso di un single track nascosto sulla destra. Occhio li dentro, siamo in un tunnel di vegetazione, dentro il parco didattico delle Cantine Planeta. Attraversiamo in single track il parchetto e inizia l'ultimo tratto asfaltato, costeggiante il Lago Arancio, che ci riporta in paese.

Direzione Sambuca, la nostra fatica è finita...diciamo. Deviazione dalla strada principale e attraversamento di un primo guado, altro asfalto, serie di incroci e un secondo guado. Sorpresina finale...una simpatica salita con pendenza massima al 24% che ci porta diritti verso l'arrivo..ultimo sforzo, tutto il corso principale del paese.

Scarica

la Traccia GPX

Scarica

la Planimetria

Scarica

l'Altimetria